La Valle di Primiero (TN)

La Valle di Primiero comprende il territorio di sei comuni: Fiera di Primiero, Imèr, Mezzano, Siròr, Tonadico e Transacqua. Primiero si trova nelle Dolomiti meridionali, al confine tra Trentino e Veneto. La valle è circondata da tre gruppi montuosi: ad ovest il Lagorai, a sud le Vette Feltrine, e a nord le Pale di San Martino.


Visualizzazione ingrandita della mappa
Percorriamo spesso questa valle per raggiungere la rinomata San Martino di Castrozza e il Passo Rolle con le sue Pale di San Martino. Ora l’apertura di una nuova area camper a MEZZANO ci incuriosisce e facciamo una tappa in questo paesino.

IMG_5309 (Small)

L’area sosta è stata inaugurata questa estate e il gentile gestore ci invita a visitare l’antico borgo di MEZZANO, fornendoci  anche una piccola guida. Pochi passi in pianura e arriviamo in centro del paese. Non ci sono monumenti importanti, ma piccoli scorci che messi assieme fanno però qualcosa di grande. Vecchi edifici in pietra e in legno affiancano le stradine a misura dei vecchi mezzi agricoli. Percorrendole troviamo all’improvviso orti fioriti, affreschi, condotte d’acqua, capitelli e croci.

IMG_5332 (Small)

Nel marzo del 2010 questo borgo è entrato a far parte dei “BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA” e ne scopriamo subito la ragione per i segni sparsi del rurale e i molti i percorsi a tema che si possono seguire:  le acque, gli orti, le iscrizioni e i dipinti murali dei frescanti, le architetture e per ultimo ma forse di maggior impatto visivo “LE CATASTE e CANZEI”: installazioni artistiche a reinterpretare l’antico accatastamento della legna.

IMG_5369 (Small)

LE ARCHITETTURE:

Il centro storico è compatto, con abitazioni costruite in legno e pietra, con stalle, fienili e depositi servite da strade strette e slarghi connessi agli edifici e organizzati per l’uso dell’acqua degli orti e dei campi. In una di queste stalle (TABIA’ DEL RICO)  è stato allestito un museo etnografico, molto bello e allestito con materiale antico del paese, raccolto e ordinato con cura da una famiglia del posto.

IMG_5435 (Small)

LE CATASTE e i CANZEI:

da sempre i lunghi inverni dolomitici costringono i montanari a far copiosa scorta di legna da ardere per riscaldare le abitazioni. Ancora oggi, lungo i fianchi delle case o sui poggioli o comunque in posizione assolata, sorgono ordinate e talvolta imponenti cataste di legna: i CANZEI.

IMG_5352 (Small)

Ogni CANZEL  è un piccolo capolavoro di perizia, accuratezza e parsimonia è caratteristica che colora di bruno le vie di Mezzano. Per questo è stato chiesto ad un gruppo di artisti di impugnare questa tavolozza di colori e dare nuove interpretazioni di queste secolari testimonianze di vita quotidiana, ne è nata la permanente mostra “CATASTE E CANZEI” .

La composizione più grande è di 87 metri quadrati che rimanda alla tragica alluvione che colpì Mezzano il 4 novembre del 1966.

IMG_5358 (Small)

LE ACQUE:

L’acqua ha rappresentato da sempre la sopravvivenza di ogni comunità, non solo per uomini e animali ma anche per l’irrigazione e forza motrice per mulini, fucine e segherie.

IMG_5335 (Small)

Numerose le fontane (5 nel solo centro storico) collocate in spazi liberi alla confluenza di più strade che servivano per approvvigionamento domestico e abbeveraggio dei bovini. L’alimentazione delle fontane avveniva con l’utilizzo dell’acqua di una roggia scoperta che passava per il paese. Ancora visibili e visitabili 2 “stoli “ che convogliano l’acqua. Lavatoi e lavanderie (LISIERE coperte) erano dedicate al lavaggio dei panni. Lavatoi con grandi vasche che venivano utilizzate almeno una volta alla settimana, mentre nelle lavanderie o lisiere si faceva un grande bucato con uso di cenere come sgrassante, al massimo 2 volte all’anno.

IMG_5502 (Small)

GLI ORTI:

gli orti di Mezzano sono il cuore del verde rurale, dedicato alla produzione di cibo per la famiglia e testimonianza del modo di vita tradizionale valido ancora oggi, 400 sono attualmente gli orti di Mezzano 1 ogni 6 abitanti.  Ortaggi, erbe aromatiche, alberi da frutto e qualche vite formano il nucleo più consistente e solido di piante coltivate, legato alla cucina tradizionale. L’aspetto più sorprendente degli orti sono i fiori di numerose specie e varietà, superano la metà del totale delle piante dell’orto e testimoniano che quelli di Mezzano non siano solo semplici orti ma dove si custodiscono biodiversità di alimenti ma anche bellezza e piacere di vivere.

IMG_5404 (Small)

I DIPINTI MURALI

Sulle facciate delle case sono espressione figurativa religiosa molto diffusa. La maggior parte si trova lungo le stradine principali che venivano percorse un tempo dalle processioni religiose comunitarie. Iscrizioni che ricordano date, avvenimenti, persone e santi a cui le famiglie erano devote.

Il cielo si sta scurendo e non abbiamo il tempo di visitare altri tesori di Mezzano come la mostra permanente dei presepi di Mauro Corona o gli eventi in fienile o ripercorrere ancora le stradine per vedere maggiori dettagli. Ci incamminiamo velocemente verso il camper e appena arrivati scende un forte acquazzone.

IMG_5513 (Small)

Il gestore dell’area di sosta ci informa che a Mezzano ci si può immettere in una pista ciclabile che  collega SIROR, TONADICO, FIERA DI PRIMERO e IMER. Percorso pianeggiante  in mezzo al verde con sullo sfondo le Pale di S. Martino.

IMG_5530 (Small)

Conosciamo FIERA DI PRIMIERO, già visitato in precedenza anche in occasione dei mercatini di Natale.

IMG_4530 (Small)

Anche questo è un bel centro da visitare, con il caratteristico centro storico e la bella gotica mole della Pieve. Bella la vista dalla parte alta verso il monte Bedolé e le Pale di S. Martino.

IMG_4610 (Small)

Il paese è confinante con TONADICO, villaggio tra i più antichi di Primiero ricco di testimonianze storiche e dotato di una bella area sosta camper che è collocata  sulla strada che porta al passo CEREDA e alla VAL CANALI altra bellissima valle che abbiamo visitato e documentato (vedi link allegato in calce).

Passato il temporale visitiamo IMER con il suo piccolo e piacevole nucleo storico  a 650 m. di altezza. Anche questo è un paese tranquillo e operoso con abitazioni molto simili a quelle viste a Mezzano.

IMG_5578 (Small)

E’ dominato dalla chiesetta di San Silvestro ed è piacevole da scoprire a piedi o in bici per chi è allenato.

IMG_5576 (Small)

Per noi la tappa a Mezzano è stata molto interessante e sorprendente, un viaggio nell’operosità e ingegnosità del passato. Molto piacevole la passeggiata in un ambiente di pace e tranquillità. Consigliamo a chi passa nella valle di Primiero di lasciare la tangenziale e fare una sosta nell’area camper di Mezzano (situato presso gli impianti sportivi), e dedicare una giornata per visitare questi fantastici paesini di montagna a piedi o in bicicletta immersi nel verde a fianco del torrente Cismon.

IMG_5624 (Small)

Francesca e Gastone

Note:

Area di sosta camper a MEZZANO (TN) tra via Melai e via Dal Pian presso impianti sportivi  GPS: N 46°09’10” E 11°48’43”

Area sosta camper a TONADICO: in localita’ Zocchet (Info gestore Ristorante Lanterna Verde  0439.62749 / 67584).  Segnalazioni in loco. Pagamento: acqua, pozzetto, illuminazione, raccolta rifiuti, elettricita’, servizi igienici, Le 36 piazzole sono dotate di allaccio corrente elettrica, carico e scarico acqua. L’area dispone di servizi wc e area pic nic. A breve distanza fermata skibus in inverno e bus navetta estivo per la Val Canali.

Apertura annuale, rivolgersi nella vicina Pizzeria.  GPS N 46° 10′ 52.36″ – E 11° 50′ 30.26″.

vedi link : La via maestra per la Val canali

.

 

 

 
Comments